ispezione olfattivaI cani addestrati alla ricerca e segnalazione della cimice dei letti sono utilizzati con profitto negli ambienti infestati o a rischio di infestazione. Un cane bene addestrato è in grado di ispezionare una stanza d’albergo in circa 1,5 minuti con una efficienza del 97,5 %. Un cane riesce ad avvertire l’odore di pochi esemplari di cimici all’interno di battiscopa, intercapedini di muri ed altri luoghi difficilmente ispezionabili da un operatore umano.

Le Unità Cinofile Anti Cimici possono essere utilizzate per indagini preventive attraverso ispezioni programmate in strutture estese a rischio d’infestazione e compartimentate, come alberghi, treni, navi, ecc.
In questi ambienti è molto importante bloccare sul nascere infestazioni costituite da un numero ancora ridotto di esemplari, prima che l’infestazione diffonda e richieda procedure di eradicazione più complesse e onerose. In questi casi le perdite economiche sono notevoli e dovute sia al mancato utilizzo dell’ambiente infestato durante le procedure di disinfestazione, con inevitabili perdite di incassi, sia a causa dei danni di immagine e contenziosi giudiziari. A tutto ciò vanno aggiunti i costi delle procedure di disinfestazione in cui, nei casi di infestazioni estese, richiedono più tempo  e un maggiore impiego di mezzi chimici e fisici per raggiungere una totale eradicazione.

Il cane anti cimici può essere molto utile anche in corso di infestazione conclamata. In questi casi è molto importante riconoscere ed individuare in corso di ispezione tutti i focolai di sviluppo, alcuni dei quali a volte possono passare inosservati, anche dopo accurate ispezioni. In questo modo i mezzi impiegati per la lotta contro questo artropode andranno con maggiori probabilità a coprire l’intero gruppo di focolai.